IL CAVATORE

Celebrazione del lavoro umano, simbolo di Catanzaro.

 

Ideata ed eseguita nella seconda metà del Novecento dal noto artista calabrese Giuseppe Rito. Il “Cavatore”, commissionato dal Comune, dall’Ente Turismo e

dall’Amministrazione Provinciale, fu modellato e realizzato al fine di completare la sistemazione della Fontana Monumentale progettata dall’ingegnere Gustavo Pavone nel 1956, all’interno dell’esedra ottocentesca del “Castel S.Giovanni”. Venne realizzata come prototipo in creta dal Rito e successivamente, nel 1954, fusa nella fonderia Chiurazzi di Napoli. Nel 1956 il gigante in bronzo venne sistemato all’interno della nicchia della fontana. 

Il Cavatore” (ossia l’uomo che scava la roccia) è un’imponente scultura in bronzo su base di granito, posta in una nicchia in laterizi di gusto neoclassico “incastonata” nelle mura del Complesso monumentale del San Giovanni. La grande statua raffigurante un operaio che fa scaturire acqua cristallina da una roccia granitica, spicca per la cromia dovuta al contrasto tra una scultura in bronzo che celebra il lavoro umano e il basamento in granito grigio da cui scaturisce l’acqua. Domina su Piazza Matteotti, e simboleggia il duro lavoro, nonché la forza e la costanza dei catanzaresi, che da secoli affrontano i disagi di una terra povera e i disastri provocati da una natura severa.